ESP8266: una overview semplice

Che faccia ha:

questo chip esiste in diverse varianti. la differenza è nel numero di pin riportati sulla scheda di interfaccia. Si passa dall’ESP-01 con il soli sei pin ai dodici del -12.

021_rid

ESP8266-01

021_rid

ESP8266-12

021_rid

ESP8266-12 pinout

Attenzione: se comprate questi dispositivi fate attenzione alle dimensioni meccaniche. Il -12 della figura sopra ha in passo dei pin di 2 mm. Il passo delle bread board e mille fori è 2.54 mm.

per adattarlo dovete fare un lavoro come quello sotto.

Adattamento di un ESP8266-12 alla bread board

Adattamento di un ESP8266-12 alla bread board

esistono schedine bread board friendly che già provvedono all’adattamento, anche alla logica necessaria all’avviamento/caricamento del firmware e volendo anche all’interfaccia con l’USB.

Node MCU V2 esp8266

Node MCU V2 esp8266

collegamento

la tabella sotto riporta i arancione i collegamenti necessari per avviare un ESP-12.

-Alimentazione: facciamo attenzione è 3.3 V
-Rx e TX: servono almeno per programmare la scheda
-CH_PD: collegato alivello alto. Altrimento il chip è in power down, cioè a riposo.
-GPIO15: all’avvio deve essere basso. Possiamo lasciarlo fisso a zero.
-GPIO2: all’avvio deve essere alto. Possiamo lasciarlo fisso a uno.

-REST: pin di reset. Messo a livello basso resetta il chip. Lo colleghiamo verso zero con un pulsante.

-GPIO2: se al reset è basso il chip entra in stato di boot. Questo è lo stato necessario per caricare il programma. Lo colleghiamo verso zero con un pulsante.

Per caricare il programma occorre quindi:

mantenere premuto il tasto su GPIO2
premere il pulsante su REST
rilasciare il pulsante su REST
rilasciare il pulsante su GPIO2

a questo punto il chip attende che dalla seriale venga inviato il programma (baudrate 115k).

collegamenti necessari su ESP -12

collegamenti necessari su ESP -12

facciamo una rapida rassegna dei modi d’uso di questo SoC

L’ESP8266 può eseere programmato in diversi ambienti e con diversi scopi. Nella rete ho trovato fondamentalmente tre vie:

ulizzarlo come modem

il sistema è composto da un dispositivo (DTE Data Teminal Equipement) che via seriale comanda l’ESP8266 (DCE Data Communication Equipement). Tramite comandi AT il DTE configura il DCE nella maniera desiderata. Fatto ciò il DCE si comporta come interfaccia WiFi verso la rete. Può essere Access Point oppure client di una rete. Le connessione stabilite vengono riportate al DTE.

All’apparire di questo chip questa modalità permetteva di collegare con pochi euro (3-6 €) un Arduino al WiFi e quindi a Internet.

Programmare l’ESP

esistono diversi ambienti di programmazione.

NodeMCU sotto LUA

Questa volta abbiamo un progetto di origine Brasiliana. “Lua” (pronounced LOO-ah) significa “Luna” in Portoghese.
Elua Project

Con IDE Arduino

Questo ambiente ci permette di riutilizzare le conoscenze che abbiamo appreso con Arduino. Questo è il motivo per cui l’abbiamo scelto. Potremo portare i progetti fatti attraverso le diverse schede.

Sotto vi sono i link dove è possibile trovare Datasheet, pinout, suggerimenti etc.

esp8266 Reference

esp8266 Forum

esp8266 Wiki

Una spiegazione più estesa sui vari modi di programmazione per ESP vedi instructables

 

Annunci